Arte Urbana Lugano a MusicNet

Dopo il grande successo delle attività organizzate durante le scorse edizioni di Musicnet, anche quest’anno Arte Urbana Lugano propone un’istallazione dove il pubblico diventa protagonista.
Ispirata al lavoro dell’eclettica scrittrice e artista Yayoi Kusama, l’istallazione permetterà allo spettatore di dare sfogo alla propria creatività contribuendo a creare una vibrante esplosione di colore.
All’interno della fiera verrà ricreato uno spazio di ambiente domestico dove lo spettatore potrà marcare la sua presenza ricoprendo tutta la superficie presente con degli autocollanti colorati. L’attività permetterà ai partecipanti di cambiare temporaneamente, e in soli pochi giorni, l’identità di questo spazio trasformandolo da una “tela bianca” ad una superficie dove il colore regna incontrollato. Lo spettatore si trasformerà in autore di uno spazio che cambierà continuamente il suo aspetto.

“The Obliteration Room” e Yayoi Kusama

“The Obliteration Room” è stata concepita per la prima volta nel 2002 per l’ Asia Pacific Triennale d’Arte Contemporanea di Queensland (Australia) e riproposta nel 2011 in occasione della retrospettiva dedicata all’opera di Kusama “Look Now, See Forever”.

Grazie alle sue innumerevoli collaborazioni con il mondo dell’arte, della moda e della musica Yayoi Kusama, nata nel 1929, è stata una forte fonte d’ispirazione per tutta una generazione di artisti e musicisti contemporanei.
Ossessionata con il concetto di ripetizione e accumulo, il lavoro di Kusama si evolve da pittura astratta degli inizi alla scultura urbana e agli spazi interattivi dei recenti anni. Il suo lavoro è caratterizzato da colori sgargianti, forme e spazi spesso assurdi e psichedelici.