DEM - muro

L’uomo, nel corso della sua evoluzione, ha fatto ricorso alle maschere nel momento in cui ha iniziato a concepire l’esistenza di esseri soprannaturali capaci di intervenire nella sua vita. Gli umani hanno inizialmente tentato di influenzare tali forze attraverso preghiere e sacrifici, sforzandosi di ottenere i loro favori o di calmare la loro collera. In seguito hanno tentato di acquisirne le qualità stesse, nonché il loro potere. Per raggiungere questo fine, l’uomo ha spesso tentato di adottare l’aspetto di quelle stesse forze che egli immaginava o intravedeva in sogno. La maschera Questo manufatto assume dunque un’importante funzione simbolica, religiosa e popolare, con connotazioni diverse per ogni cultura. Se la maschera serve a nascondere il volto reale di chi la indossa, allo stesso tempo può anche rappresentare il suo volto interiore, più nascosto.

DEM, artista italiano classe ‘78, cerca di ritrovare quel legame che unisce gli uomini alla natura, risvegliando così anche gli istinti primordiali. L’artista si nutre costantemente delle complesse e variegate tradizioni e culture indigene e del loro modo di relazionarsi alla natura.
I protagonisti delle sue opere sono così a metà tra il mondo umano e animale: volutamente enigmatici, mistici,lasciano aperta ogni possibile interpretazione.
L’artista sperimenta poi varie tecniche: da sempre la pratica del disegno è protagonista delle sue opere e si sviluppa contemporaneamente sulla tela, sulla carta e sui muri delle città, ma anche attraverso installazioni e video.

Grazie ad una collaborazione tra ego gallery e Arte Urbana Lugano, sarà possibile vedere l'artista al lavoro dal 5 all’ 8 luglio su una parete di Via Lavizzari 7, a Lugano.

DEM - muro

L’uomo, nel corso della sua evoluzione, ha fatto ricorso alle maschere nel momento in cui ha iniziato a concepire l’esistenza di esseri soprannaturali capaci di intervenire nella sua vita. Gli umani hanno inizialmente tentato di influenzare tali forze attraverso preghiere e sacrifici, sforzandosi di ottenere i loro favori o di calmare la loro collera. In seguito hanno tentato di acquisirne le qualità stesse, nonché il loro potere. Per raggiungere questo fine, l’uomo ha spesso tentato di adottare l’aspetto di quelle stesse forze che egli immaginava o intravedeva in sogno. La maschera Questo manufatto assume dunque un’importante funzione simbolica, religiosa e popolare, con connotazioni diverse per ogni cultura. Se la maschera serve a nascondere il volto reale di chi la indossa, allo stesso tempo può anche rappresentare il suo volto interiore, più nascosto.

DEM, artista italiano classe ‘78, cerca di ritrovare quel legame che unisce gli uomini alla natura, risvegliando così anche gli istinti primordiali. L’artista si nutre costantemente delle complesse e variegate tradizioni e culture indigene e del loro modo di relazionarsi alla natura.
I protagonisti delle sue opere sono così a metà tra il mondo umano e animale: volutamente enigmatici, mistici,lasciano aperta ogni possibile interpretazione.
L’artista sperimenta poi varie tecniche: da sempre la pratica del disegno è protagonista delle sue opere e si sviluppa contemporaneamente sulla tela, sulla carta e sui muri delle città, ma anche attraverso installazioni e video.

Grazie ad una collaborazione tra ego gallery e Arte Urbana Lugano, sarà possibile vedere l'artista al lavoro dal 5 all’ 8 luglio su una parete di Via Lavizzari 7, a Lugano.